Rumori in condominio

Rumori in condominio

In caso di rumori provenienti da un appartamento in condominio è necessario, prima di procedere a qualsiasi azione legale, civile o penale che sia, accertarsi che venga leso il “disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone” ex art.659 del CP.

Recenti sentenze della Corte di Cassazione (Cass. n. 30156/2017) hanno stabilito che è necessario accertare se, secondo il parametro della normale tollerabilità, le condotte siano potenzialmente atte a disturbare un numero indiscriminato di persone, indipendentemente dal numero di persone che eseguono concretamente la lamentela.

Pertanto in condomino, affinchè il rumore possa considerarsi lesivo, esso deve estendersi a gran parte dell’edificio, oltre ai locali attigui il luogo da cui provengono.

L’interesse del singolo viene tutelato in sede civile all’art. 844 c.c., in caso di immissioni che superano la normale tollerabilità.

Posted on: 3 settembre 2018, by :